ambiente

Una estate di incendi

172945247-f286bd1a-3baf-479a-9b10-6ceae3cd89af
Uno degli incendi in Svezia

Se si facesse un gioco delle associazioni, se io dicessi “Svezia” la prima cosa a cui voi prensereste sarebbe il freddo. Beh, a ragione. Sicuramente la Svezia è uno dei paesi più freddi del mondo, con inverni estremamente rigidi. Tutto vero. Ma negli ultimi anni il riscaldamento globale sta facendo sentire i propri effetti anche in questa nazione del Nord Europa. Infatti, negli ultimi decenni le temperature medie sono costantemente e progressivamente aumentate. Gli inverni rigidi, con metri di neve, sono solo un lontano ricordo per i signori di 50-60 anni che vivono a Karlstad, la piccola cittadina svedese n cui vivo. Quando si chiede loro degli inverni di 30-40 anni fa, loro stessi rimangono sorpresi a vedere quanto siano cambiato.

Nel Sud della Svezia si sono toccate temperature nel mese di giugno che non si vedevano da più di 100 anni, con 10 gradi più del normale. A Stoccolma si sono toccati i 34. Il tutto ciò combinato con precipitazioni estrememamente rare ha creato una situazione senza precedenti. 150 km quadrati di foresta sono stati divorati dalle fiamme. La Svezia completamente impreparata di fronte ad eventi del genere ha dovuto chiedere aiuto ad altri paesi, tra cui l’Italia. Bilancio? Un morto e mille persone evacuate. Per uno standard italiano mille persone sono pochissime, ma se si conta il fatto che stiamo parlando della Svezia, con una densità abitatativa di 23 persone/km quadrato contro i 201 italiani si capisce di cosa stiamo parlando.

50 diversi incendi hanno interessato il paese, contemporamente.

Ora la situazione è totalmente sotto controllo, ma un mese fa sentire dire dalle autorità svedesi “gli incendi sono completamente fuori controllo, non sappiamo che fare, abbiamo bisogno di aiuto” è stato un colpo.

A Karlstad non ci sono stati gravi problemi ma vedere l’erba gialla davanti casa, completamente bruciata dal sole, è stato qualcosa che mi ha seriamente shockata.

 

Annunci

3 risposte a "Una estate di incendi"

  1. Ciao Francesca, noi in Finlandia abbiamo avuto fortunatamente meno problemi di incendi, ma sicuramente di siccita’! I raccolti sono compromessi. I frutti di bosco introvabili… davvero un estate straordinaria…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...