inverno · università

Tillbaka till Sverige!

31 Agosto 2017.

Aereo alle 7:15 del mattino da Pisa, questo ha voluto dire sveglia alle 4:00.

Ryanair e i suoi orari “low-cost”… ma alla fine meno male che c’è lei!

Comunque il viaggio è andato benissimo, aereo in anticipo di una mezz’oretta e valigie arrivate molto celermente.

Appena uscita dall’aereo a Göteborg mi ha aspettata per l’occasione una bellissima coltre di nuvole spessa e fitta, anche un po’ di nebbia/foschia e le strade ricoperte da un leggero strato di acqua caduto dal cielo poco prima.

Si, bellissima. Perchè non vedo la pioggia e il fresco da almeno 2 mesi e mezzo, quando sono tornata in Italia con l’afa costante e la siccità. Invece la siccità in Svezia non sanno neanche che è. Aspettando l’aereo avevo letto su Aftonbladet  (il The Sun svedese) che c’è attualmente emergenza pioggia nell’aerea di Stoccolma e dintorni con un bel po’ di mm aspettati nella notte… insomma, l’acqua cara Italia la possiamo sempre chiedere alla Svezia.

Passando alle cose serie, credevo che sarei rimasta congelata: lo sbalzo di temperatura è decisamente marcato, ammettiamolo. Invece mi sono stupita. Oltre al “fa freschino, mi metto la felpina” non sono andata. Ovviamente la felpa me l’ero già preparata sull’aereo 😉

Come dice il mio medico a quanto pare il corpo ha una memoria. L’aria fresca degli 11° gradi non mi ha sconvolta, anzi! Sono rimasta vicino all’aereo a godermi il fresco dopo mesi e mesi di afa quasi perpetua.

Sento già che questo inverno effettivamente sarà meno tosto per me.

Devo dire di essermi trovata impreparata a quello dell’anno scorso. Non ho fatto le giuste cose (integratori, boots, alimentazione corretta, non organizzazione seriale della settimana, ecc.) e l’ho sofferto abbastanza e non è di certo colpa della Svezia, me ne rendo perfettamente.

Prima della partenza ero tra il “oh sono super contenta di tornare in Svezia” e il “mamma mia, mi aspetta l’inverno e qui fa calduccio, c’è la mia famiglia e fino a ieri sono andata al mare!”.

Quindi se la sera prima della partenza mi avessero chiesto “sei contenta di tornare?” io sarei stata sul “si tanto, tantissimooo, ma…”.

Ora che invece ho toccato la Svezia di nuovo devo dire che mi rendo conto di quanto mi mancasse davvero. E’ così verde e colorata anche quando c’è grigio nel cielo con le sue casettine rosse, i suoi boschi… e l’aria la senti subito che è diversa. Insomma, sono strafelice di essere di nuovo qui, nella Scandinavia più pura.

Saluti dalla Svezia a tutti e scusate a tutti per l’inattività! Un abbraccio!

7 pensieri riguardo “Tillbaka till Sverige!

  1. Bentornata! E sì, vedrai che quest’inverno andrà molto meglio. Ricordati di prendere l’olio di fegato di merluzzo, per me è stato lui la svolta del secondo anno. Fine ottobre,quando cambia l’ora, ricomincio. Un cucchiaio al giorno. Dopo tre anni addirittura adesso mi piace il buio. Sono passata dalla depressione del primo novembre al “Oh che palle tutta ‘sta luce, voglio la notte, quand’è che ricomincia a fare buio alle 4?” 😀

    Piace a 1 persona

      1. Te lo giuro! Sarà che al buio collego la neve, l’aurora boreale, il Natale, le lucine accese ovunque a tutte le finestre… solo cose belle!!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...