tv

Skam, la serie tv norvegese da vedere

Hej människor! Hur mår ni? (Traduzione: Hey gente! Come state?)

Dato che l’ultimo post l’ho dedicato alla musica questo volevo dedicarlo alla tv, in particolare alle serie tv.

Chi ne è un fan come me saprà dell’indiscussa e prolungata egemonia statunitense, ed effettivamente la maggior parte di noi non avrà mai visto una serie tv proveniente dalla Scandinavia (a parte la svedese Pippi Långstrump quando eravamo piccolini – in italiano Pippi Calzelunghe).

Ma dalla vicina Norvegia nel 2015 è arrivata una serie che in pochissimo tempo ha guadagnato fan un po’ in tutta Europa… ed oltre. Anche in Svezia è un vero fenomeno. Tanto che gli Americani giustamente hanno pensato di produrne una “copia” che uscirà probabilmente il prossimo anno.

Sto parlando di Skam, che tradotto dal norvegese vuol dire vergogna (stessa parola esiste nel vocabolario svedese).

La serie tratta le vite degli studenti di un noto liceo di Oslo. Una specie di Gossip Girl norvegese ma fatto molto molto meglio.

La serie tratta tematiche molto importanti come l’omosessualità, le patologie mentali come il bipolarismo e la religione in maniera non banale, riuscendo a dare dei messaggi positivi forti e chiari.

Se in alcuni punti può davvero sembrare una serie un po’ leggera che parla di ragazzini che si danno all’alcol o a ragazze che vanno dietro ai “fighetti” della scuola (e anche questo fa parte della vita dei ragazzi di 16 anni!) riesce ad essere davvero d’impatto e ben fatta. I personaggi sono un po’ stereotipati (come in tutte le serie giovanili) ma son ben caratterizzati e sviluppati, in maniera credibile e realistica. Come ho detto i messaggi positivi ci sono, soprattutto nella terza stagione e nella quarta.

skam
Fonte: gliscleridiunafangirl.alteravista.org

La serie si snoda bene ed è riuscita a farsi apprezzare da una come me che ormai ha 24 anni suonati.  Inoltre è una buona finestra di osservazione della realtà norvegese (molto simile a quella svedese). Si può imparare un po’ della cultura che in Italia si definisce come “nordica”, alcune delle tradizioni norvegesi, e molto sul rapporto tra genitori/figli che appare molto diverso da quello italiano (ovviamente).

Nella quarta stagione (ancora in corso) mi piace molto come viene trattato l´argomento Islam vs. cristianità, quando i protagonisti si trovano ad affrontare questo clash culturale. La serie mette in scena un confronto maturo tra i personaggi senza prendere effettivamente posizione e lasciando allo spettatore la possibilità di riflettere su tale tematica così delicata. Il tutto avviene senza appesantire lo show grazie al contesto in cui tale argomento viene affrontato (quello di una storia d’amore giovanile).

La serie si prodiga anche nel promuovere alcuni brand (product placement ti voglio bene) come la mitica ICA (catena di supermercati svedese presente anche in Norvegia) o Sopps (marca di pasta pronta – e qua parte uno SKAM grosso come una casa). Non mancano i riferimenti alla musica norvegese o anche svedese con Dancing on My Own della grandissima Robyn. *cuoricini volanti*

Credo sia una serie che, anche se non vi piace il genere, consiglierei di vedere. Sfortunatamente nonostante il successo sul web a colpi di streaming illegale la serie non è stata ancora acquistata al di fuori della Scandinavia e quindi non è presente una versione nè inglese nè tanto meno in italiano.

Per chi è in Svezia e/o sa lo Svedese vi lascio il link ai video su SVT con i sub in Svedese.

Off topic: SVT è la tv di stato svedese, e – FUN FACT! – insieme alla RAI ha co-prodotto Montalbano, tanto che la serie dedicata al Commissario di Vigata è stata trasmessa anche in Svezia con il titolo Kommissarie Montalbano.

Non c’entra molto ma mi pareva una curiosità divertente.

Buona visione, e fatemi sapere che ne pensate se date un’occhiata a Skam! 🙂

Hej då!!!

Annunci

5 thoughts on “Skam, la serie tv norvegese da vedere

  1. Oddio i miei alunni a scuola non parlano d’altro. Sono combattuta tra l’elevarmi giocando la carta del disinteresse o cedere e fare la prof figa che poi coglie i riferimenti. La cosa che mi fa tendere al disinteresse è che di drammi adolescenziali ne ho già abbastanza nella vita reale 😀

    Liked by 1 persona

      1. Per il momento mi giustifico dicendo che non ho tempo. Però una mia carissima amica e collega ha ceduto, e ora sta diventando difficile perché pure lei vuole parlare di Skam. Aiutoo!! :’D

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...